Dott.ssa Cristina Lanza - Psicologo Psicoterapeuta Roma - Life & Wellness Coach
389 47 22 180 dott.lanza@gmail.com

LIBRANDO: Le emozioni che curano

Leggere “Le emozioni che curano. Stare bene con la nuova medicina delle emozioni” significa compiere un viaggio attraverso il mondo, mai del tutto esplorato, delle emozioni che caratterizzano tutti noi viventi e che ci riconnettono con la parte più naturale ed originaria di noi stessi.

Sin dall’introduzione siamo chiamati ad entrare in contatto con le nostre, lungo il racconto che l’autrice, la Psichiatra e Psicoterapeuta Erica Francesca Poli, dipana rievocando gli esordi della sua professione e la diretta esperienza, che lei stessa ha vissuto, del potere trasformativo delle emozioni, tema conduttore di tutta la sua opera.

Scienziati e ricercatori, nel tempo, si sono impiegati nello studio delle emozioni, arrivando finalmente a dar loro dignità di fenomeni non soltanto psichici ma prima di tutto corporei, con dei correlati fisiologici ben precisi. Una vera e propria rivoluzione nel campo delle scienze, che si ritrovano oggi a indagare le strette connessioni tra cervello, mente e corpo. L’invito che l’autrice rivolge ai lettori, sostenuto anche dal suggerimento di piccole esperienze pratiche contenute alla fine di ogni capitolo, i “take home point”, è di imparare a connetterci con le nostre emozioni, riconoscendone l’enorme potere nel condurre la nostra esistenza.

Le emozioni che proviamo e il modo in cui le esprimiamo o meno vengono plasmate dalle relazioni della nostra infanzia con le figure per noi più significative. Proprio dalla natura di queste relazioni dipende il rapporto con il sentire, la capacità di entrarci in connessione o la necessità di ergere delle difese. Questo, nel corso della vita, segnerà i futuri incontri e legami sentimentali.

Tutto questo rimane inscritto nel nostro corpo, una rete di collegamenti che mette in comunicazione tutte le sue parti. Il cuore, in questa rivalutazione del corpo, assume un ruolo ben più complesso di quello puramente fisiologico di muscolo in grado di pompare sangue nei vasi. Il cuore come un altro cervello che possiede una sua logica ed una sua memoria, che invia messaggi al cervello, capace di influenzare i comportamenti, che allineandosi con la mente, secondo le scoperte più recenti, riduce notevolmente lo stress. Un cuore capace di autoregolarsi e di comunicare con tutto l’organismo e di raggiungere forme di variabilità regolare ed ordinata che generano armonia tra i vari sistemi mente-corpo.

E l’intestino, altro cervello intelligente presente nel nostro corpo, il più istintivo, capace di regolare in autonomia il passaggio del cibo con al suo interno il mondo animato del Microbiota che ne è ospite, con le più recenti ricerche a sostegno della sua possibile influenza sui nostri stati d’animo e, probabilmente, sulla genesi di alcune psicopatologie.

L’invito dell’autrice, in senso più ampio, è verso un recupero del corpo, della capacità di cogliere le sensazioni che esso ci rimanda, di tornare ad abitarlo poiché è depositario delle nostre esperienze e memorie. Questo è vero nell’ordinario ma ancor più nelle situazioni di trauma, in cui spesso il corpo smette di essere sentito. A questi vissuti, riportati attraverso diversi esempi di pratica clinica, Erica Poli dedica ampio spazio.

Un corpo che spesso si attiva, inconsciamente, per esprimere sensazioni di ansia, di cui nel libro vengono descritte le ormai note vie di scarico sul corpo stesso, chiave di lettura di molte patologie somatiche. In realtà, una risposta adattiva del nostro organismo di fronte ad una minaccia percepita come reale, a prescindere che lo sia, che ci dà l’opportunità di reagire in termini protettivi. L’invito è verso un percorso di scoperta delle emozioni che giacciono al di sotto dell’ansia che assume la funzione di proteggerci dal nostro sentire.

E a proposito di protezione, tante sono le difese che mettiamo in atto sin dall’infanzia che ci impediscono di esprimere sentimenti scomodi, al fine di salvaguardare il rapporto con le nostre figure di attaccamento, e che rendiamo spesso rigide, inadeguate e costrittive anche nella nostra vita da adulti. Di questo e di resistenze parla ancora l’autrice, ricordandoci l’importanza della consapevolezza per permettere il passaggio da costrizione a scelta.

Abbattere difese e resistenze, entrare in contatto profondo con le proprie emozioni, accoglierle e capirne il significato è descritto da Erica Poli come un percorso di ritorno alla bellezza, di ritorno al Sé più autentico da cui partire per un vero e proprio atto di trasformazione. Sperimentare il proprio sentire diventa un punto di forza della persona, un atto di liberazione che consente di vivere appieno l’emozione. La ricchezza di esempi, tratti dall’esperienza clinica dell’autrice, rende ancora più chiaro il potere curativo e trasformativo di questo percorso di espressione emotiva.

Tutto ci riporta ad un punto ben preciso, all’ambiente gestazionale e perinatale, in cui si gettano le basi di chi saremo negli anni a venire. Erica Poli percorre e ci spiega il ruolo cruciale che i recenti studi hanno avuto nello studio dello sviluppo dell’individuo, riferendosi a “storie che solo il corpo e l’anima conoscono, non la coscienza dell’Io”. Riconoscere il peso che hanno le esperienze primarie in utero e nei primi mesi di vita fino ai due anni per l’evoluzione del futuro adulto sta portando a cambiare i precedenti paradigmi relativi alla relazione di attaccamento madre-bambino, ampliandoli e rendendoli ancora più specifici.

Il viaggio attraverso il mondo delle emozioni termina con alcune riflessioni che ricordano la loro doppia natura: quella di appartenenti al mondo materiale, della sopravvivenza biologica e quella di appartenenti al mondo dei sogni e dell’anima. Erica Francesca Poli chiude il suo illuminante lavoro con un invito al cambiamento, alla liberazione di noi stessi attraverso la liberazione delle nostre emozioni, al passaggio dall’esperienza del sopravvivere all’esperienza del vivere, dell’assumere il coraggio di esserci e di amare.

Condensare vent’anni di lavoro sulle emozioni e farlo in un libro che fosse per tutti, senza perdere il rigore scientifico e con una componente esperienziale e trasformativa, poteva sembrare un’impresa impossibile, invece è stata una delle più belle avventure che posso dire di aver vissuto in questa esistenza” Erica Francesca Poli.

Dott.ssa Cristina Lanza – Psicologa Psicoterapeuta, Life & Wellness Coach
21 Febbraio 2020

 

Se desideri acquistare questo libro, fai clic sul link qui sopra per avere maggiori informazioni. Sito affiliato Amazon. Tutti i libri che ti propongo sono letture fatte direttamente da me e liberamente recensite.