Dott.ssa Cristina Lanza - Psicologo Psicoterapeuta Roma - Life & Wellness Coach
389 47 22 180 dott.lanza@gmail.com

Ognuno ha le sue oche

Christian Moullec è un uomo comune che studia per diventare meteorologo e poi ornitologo. Come tanti ha una passione, diversamente da molti ha la capacità di fare di questa passione una missione. Lui è l’uomo chevola con le oche”, colui che ha dedicato trent’anni della sua vita, e tuttora continua a farlo, alla salvaguardia delle specie in estinzione, accompagnandole e guidandole col suo deltaplano ultraleggero nei loro percorsi migratori attraverso rotte sicure.

Nel 1995 il suo primo volo, quello su cui nessuno avrebbe scommesso ma con cui ha dimostrato a tutti il valore di darsi uno scopo nella vita e perseguirlo con cura e determinazione.

Non pensiate che sia riuscito a perseguire il suo obiettivo da un giorno all’altro, c’è voluto molto tempo e molto studio per imparare le tecniche necessarie a compiere la sua impresa e molti sono stati gli errori lungo il percorso. Inoltre, inizialmente, ha potuto contare sull’appoggio di un numero ristretto di persone poiché la sua impresa veniva considerata da tutti gli altri una follia, dunque mancava di credibilità.

Eppure…oggi è considerato un grande uomo per il suo impegno a favore dell’ambiente, continua a fare quello che più gli piace e con il suo ultraleggero accompagna i turisti a volare con gli uccelli.

Cosa possiamo trarre dalla sua storia? Personalmente mi colpiscono 4 aspetti:

  1. ha seguito il cuore, ha fatto quello che da sempre gli piaceva e lo appassionava;
  2. non si è mai perso d’animo di fronte agli ostacoli, cercando di migliorare sempre i suoi metodi;
  3. ha tenacemente tenuto duro per molti anni, non aspettandosi risultati immediati;
  4. il suo stile di vita è orientato al bene comune poiché il suo contributo alla salvaguardia dell’ambiente è un impegno da cui tutti possiamo trarre vantaggio.

Dopo aver letto la storia di Christian Moullec fermati a riflettere. Verso dove ti sta portando il tuo cuore?

 

 

Photo Credits: Web