Dott.ssa Cristina Lanza - Psicologo Psicoterapeuta Roma - Life & Wellness Coach
389 47 22 180 dott.lanza@gmail.com

LIBRANDO: Il Lato Positivo dello Stress

Il Lato Positivo dello Stress, scritto da Kelly McGonigal, è l’invito di una Psicologa della Salute a cambiare punto di vista rispetto alla percezione che abbiamo dello stress. Da evento dannoso, da evitare a tutti i costi, ad evento utile, da accogliere.

Le ricerche sui rischi di malattia e morte hanno portato a concludere che non sia il fenomeno stress in sé a causare le nefaste conseguenze ma la convinzione delle persone che le difficili situazioni che stanno vivendo rappresenteranno un fenomeno nocivo per la loro salute psico-fisica. Lo stress è dannoso solo quando si ritiene che lo sia. Dunque, secondo l’autrice, va ripensato.

In che modo ripensare lo stress? Che cosa possono suggerirci le ricerche che ci permetta di invertire la tendenza delle nostre convinzioni? Lo stress può rendere più brillanti, forti ed efficaci, favorire la crescita personale, ispirare coraggio e compassione. In breve, ripensare ed accogliere lo stress può renderci più sani e felici. Le nuove frontiere della ricerca non ci spingono più a sbarazzarcene ma a rendere noi stessi migliori e più resilienti in condizioni di stress. Ripensarlo in termini di accettazione consente di modificarne gli effetti sui vari aspetti della nostra vita. Le nostre prestazioni possono migliorare, il benessere essere favorito ed il nostro percorso di crescita promosso.

Una visione scientifica attraversa l’intero saggio, sostenuta dal racconto di storie di persone che si sono trovate coinvolte in situazioni considerate causa di stress che hanno rappresentato lo spunto per mettere a punto strategie di fronteggiamento. A proposito di scienza, l’ambito della Mindset Science (la scienza che studia l’atteggiamento mentale a cui fa ampio riferimento il testo della McGonigal) porta ormai un gran numero di ricerche a sostegno di quanto sia importante su salute, felicità e successo il modo in cui noi percepiamo le cose. Agire su questo significa segnare la direzione di cambiamento della nostra vita. I risultati che otteniamo non sono frutto del nostro modo di pensare in virtù di un potere magico ma in virtù del fatto che il nostro atteggiamento mentale, quando volto al positivo, promuove l’innesco di una serie di comportamenti proattivi, volti al raggiungimento di obiettivi di salute, felicità e successo. Lo stress favorisce maggior energia da spendere per affrontare le sfide, ci rende prosociali favorendo le relazioni, ci aiuta ad apprendere e a crescere. Ognuno di questi vantaggi viene spiegato e sostenuto da esperienze sperimentali.
E’ possibile intervenire con piccoli training di addestramento per favorire dei cambiamenti incisivi e duraturi nel modo in cui le persone considerano e quindi vivono lo stress. Piccole variazioni nell’atteggiamento mentale possono produrre una cascata di cambiamenti.

E’ un saggio che mantiene un ancoraggio alle basi scientifiche con numerosi riferimenti a svariate ricerche ed include suggerimenti di strategie per sviluppare un diverso atteggiamento mentale verso lo stress che porti a gestirlo meglio e a sentirsi meno sopraffatti dai problemi. Gli esercizi proposti permettono di ripensarlo e di trasformarlo all’interno delle proprie esperienze pratiche di vita.

Tre punti salienti:

1 – Quando ci sentiamo sopraffatti, abbiamo la possibilità di fare qualcosa per volgere la situazione a nostro favore. Possiamo trasformare il nostro atteggiamento mentale nei confronti dello stress e passare da una risposta alla minacciaad una risposta di sfida, la prima orientata all’autodifesa, la seconda al conseguimento di un successo

2 – L’aspetto su cui focalizziamo la nostra attenzione tende a modificare la biologia del corpo, ossia la nostra risposta allo stress, e le conseguenti azioni

3 – Sentirsi soli nel vivere la propria sofferenza è uno dei maggiori ostacoli che impediscono la trasformazione dello stress in termini positivi e vantaggiosi. In tale condizione, infatti, le persone presentano una maggiore probabilità di manifestare depressione e azioni evitanti, esternando meno lo stress ed il bisogno di aiuto. Riuscire a considerare la sofferenza e le difficoltà della vita come parte della condizione umana fa sentire più felici, più resilienti e più soddisfatti della vita.


Se desideri acquistare questo libro, fai clic sul link qui sopra per avere maggiori informazioni. Sito affiliato Amazon. Tutti i libri che ti propongo sono letture fatte direttamente da me e liberamente recensite.