Vincent van Gogh: tra disturbi della mente e impressioni sulla tela

Oggi, 29 luglio, nell’anno 1890 moriva con un colpo di pistola, probabilmente auto inflitto, il pittore Vincent van Gogh, uno dei maggiori esponenti dell’impressionismo. Il prolifico artista olandese realizzò circa novecento dipinti e oltre un migliaio di disegni in soli dieci anni, iniziando a ventisette anni fino alla sua morte avvenuta all’età di trentasette.

Articolo completo http://180gradi.org

 

 

Lascia un commento