Dott.ssa Cristina Lanza - Psicologo Psicoterapeuta Roma - Life & Wellness Coach
389 47 22 180 dott.lanza@gmail.com

Ecco che cosa succede nel cervello dello stalker

Capire come funziona il cervello degli stalker potrebbe aiutare la sintesi di farmaci per controllare le forme estreme di comportamento geloso. Secondo un nuovo studio sarebbe biologicamente programmato a generare comportamenti fuori controllo. Un gruppo di ricercatori della Facoltà di medicina dell’università di Pisa, Dipartimento di psichiatria e scienze neurologiche, ha scoperto le aree cerebrali responsabili della gelosia e di quei comportamenti deliranti alla base dello stalking o della sindrome di Otello, dal protagonista Shakespeariano uxoricida per gelosia. Il tutto analizzando scansioni ottenute con la risonanza magnetica e la letteratura sui disturbi neurologici e psichiatrici. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista Cns Spectrums edita dalla Cambridge university press. Riconoscendo che la gelosia è un fondamento dell’esperienza umana, gli autori hanno cercato di determinare con esattezza cosa avviene nel cervello quando la gelosia si trasforma in una pericolosa ossessione che può sfociare nello stalking, ma anche nel suicidio o nell’omicidio.

Articolo completo www.corriere.it/salute